Search   You are here:  Servizi al Cittadino  
 Numeri Utili Riduci

Comando Polizia locale 0776692202
Scuola Primaria e dell'Infanzia 0776692323
Pronto Soccorso 118
Carabinieri 112
Polizia 113
Vigili del Fuoco 115

 Stampa   
 Gli uffici del Comune rilasciano i seguenti documenti: Riduci

  -Dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà
  -Autentica copie documenti
  -Autentica firme e foto
  -Carta d'identità
  -Cittadinanza
  -Esistenza in vita
  -Godimento diritti politici e iscrizione liste elettorali
  -Iscrizione liste di leva
   
  -Matrimonio
  -Morte
  -Nascita
  -Residenza
  -Stato di Famiglia
  -Stato Libero


 Stampa   
 COSA FARE PER IL RILASCIO DELLA CARTA D'IDENTITA' E PER IL SUO RINNOVO Riduci

La carta d'identità è rilasciata ai cittadini residenti o temporaneamente dimoranti a Belmonte Castello.

Ha validità di dieci anni per i cittadini maggiorenni mentre per i minori la durata di validità è differenziata a seconda dell'età.

La carta d'identità equivale al passaporto ai fini dell'espatrio negli Stati membri dell'Unione Europea e in quelli con i quali vigono particolari accordi internazionali.

Il costo per il rilascio è di euro 5,42 per diritto fisso e di segreteria.

NOTA:  L'art. 31 del D.L. 25/06/2008, n. 112 convertito con Legge 06/08/2008, n. 133 ha disposto la validità temporale della carta d'identità da cinque a dieci anni; pertanto le carte d'identità rilasciate dopo il 26 giugno 2008 sono prorogate per ulteriori cinque anni. E' possibile chiedere l'apposizione di un timbro di proroga, sulle carte d'identità con scadenza dal 26 giugno 2008 al 26 giugno 2013, rivolgendosi all'ufficio anagrafe del Comune di residenza. La richiesta di apposizione del timbro di proroga può essere presentata anche da persona diversa dall'intestatario se munità di delega.

AVVISO IMPORTANTE:  a seguito di segnalazioni pervenute al Ministero dell'Interno di disagi provocati dal mancato riconoscimento, da parte delle Autorità di frontiera di un significativo numero di Paesi esteri, della carta d'identità prorogata con apposizione del timbro, è possibile procedere, a richiesta dei cittadini che intendono recarsi all'estero, alla sostituzione della carta d'identità da prorogare o già prorogata, seppur valida, con una nuova carta d'identità la cui validità decennale decorrerà dalla data del rilascio, previo pagamento del nuovo documento e ritiro di quello in possesso degli interessati.

RILASCIO:

Cittadini maggiorenni:  occorre presentarsi di persona presso l'ufficio anagrafe, con i seguenti documenti:

  • modulo compilato con i propri dati anagrafici (a disposizione del pubblico presso l'ufficio);
  • tre fotografie recenti, uguali e senza copricapo;
  • eventuale carta d'identità scaduta;
  • un valido documento di riconoscimento (in mancanza occore la presenza di due testimoni muniti di documento d'identità valido). 

Se si desidera che il documento sia valido per l'espatrio, occorre compilare e sottoscrivere una dichiarazione in cui si dichiara di non trovarsi in alcuna condizione che ne impedisca il rilascio. In assenza di tale dichiarazione, sulla carta d'identità viene apposta la dicitura "non valida per l'espatrio".

Cittadini minorenni:  la validità temporale della carta d'identità è diversa a seconda dell'età del minore:

  • per i minori di età inferiore a 3 anni la carta d'identità ha una validità di 3 anni;
  • per i minori da 3 a 18 anni la carta d'identità ha una validità di 5 anni.

I minori devono essere accompagnati dai genitori, muniti di un proprio documento di riconoscimento e devono presentare la seguente documentazione:

  • modulo di richiesta carta d'identità per minori di 18 anni;
  • tre fototessere recenti, uguali, senza copricapo;
  • eventuale documernto di identificazione già in proprio possesso; in mancanza l'identificazione avviene mediante i genitori o comunque da un genitore e un'altra persona maggiorenne, in qualità di testimone.

Per ottenete la validità all'espatrio è necessaria la firma di entrambi i genitori o del tutore. In caso di impossibilità di un genitore a recarsi presso l'ufficio anagrafe, è sufficiente produrre il modulo di richiesta di validità all'espatrio firmato dal genitore assente corredato da fotocopia del suo documento d'identità oppure un'istanza comprensiva dell'assenso in carta semplice corredata da fotocopia del documento d'identità del sottoscrittore. In mancanza di tale assenso occorre il nulla osta del Giudice Tutelare.

Per il minore di anni 14, l'uso della carta d'identità ai fini dell'espatrio è subordinato alla condizione che esso viaggi in compagnia di almeno uno dei genitori o di chi ne fa le veci, o che venga menzionato - su una dichiarazione rilasciata da chi può l'assenso o l'autorizzazione, convalidata dalla Questura o dalle Autorità Consolari - il nome della persona, dell'ente o della compagnia di trasporto a cui il minore medesimo è affidato.

Al riguardo, al fine di semplificare l'applicazione di tale disposizione in sede di controllo alla frontiera, il Ministero dell'Interno suggerisce di informare i genitori del minore o chi ne fa le veci, circa l'opportunità di munirsi di documentazione idonea a comprovare la titolarità della potestà sul minore (es. certificato di nascita con l'indicazione della paternità e maternità).

Cittadini stranieri residenti:  devono presentarsi di persona presso l'ufficio anagrafe con la seguente documentazione:

  • modulo compilato con i propri dati anagrafici (a disposizione del pubblico presso l'ufficio);
  • tre fotografie uguali, recenti e senza copricapo;
  • un documento di identificazione;
  • il permesso/carta di soggiorno non scaduto rilasciato dalla Questura competente.  

Ai cittdini stranieri residenti la carta d'identità è rilasciata con le stesse modalità dei cittadini italiani. In questo caso ha, però, esclusivamente valore di documento di riconoscimento e non costituisce, pertanto, titolo per l'espatrio.

 Anche per i minori cittadini stranieri la durata di validità della carta d'identità è diversa a seconda dell'età:

  • per i minori di età inferiore a 3 anni la carta d'identità ha una validità di 3 anni;
  • per i minori da 3 a 18 anni la carta d'identità ha una validità di 5 anni.

RINNOVO:  può essere richiesto a decorrere dal 180° giorno precedente la scadenza. E' necessario presentarsi presso l'ufficio anagrafe con i seguenti documenti:

  • tre fotografie recenti, uguali e senza copricapo;
  • la carta d'identità scaduta o in scadenza;
  • un valido documento di riconoscimento (qualora la carta d'identità che si restituisce non sia più idonea all'identificazione della persona).  In mancanza occore la presenza di due testimoni muniti di documento di identità valido).

SMARRIMENTO O FURTO:  occorre presentarsi presso l'ufficio anagrafe con la seguente documentazione:

  • tre fotografie recenti, uguali e senza copricapo;
  • l'originale della denuncia di smarrimento o furto resa all'autorità di pubblica sicurezza (Carabinieri o Polizia);
  • altro documento di riconoscimento valido per l'immediato rilascio (in mancanza occorre la presenza di due testimoni muniti di documento d'identità valido).

DETERIORAMENTO:  è necessario presentarsi presso l'ufficio anagrafe con i seguenti documenti:

  • tre fotografie recenti, uguali e senza copricapo;
  • il documento deteriorato;
  • altro documento di riconoscimento valido per l'immediato rilascio (in mancanza occorre la presenza di due testimoni muniti di documento d'identità valido).

 


 Stampa   
 Come Fare Per Sposarsi Riduci

Per poter contrarre matrimonio la legge richiede che i futuri sposi siano in possesso di determinati requisiti e svolgano alcuni adempimenti preliminari, che consistono nel procurarsi una serie di certificati da produrre al momento della richiesta delle Pubblicazioni all'Ufficiale di Stato Civile presso il Comune di residenza di uno degli sposi. Tale ultima formalità, per la quale e' necessario fissare apposito appuntamento, richiede la presenza dei futuri sposi, tutti forniti di valido documento di riconoscimento. 
Dette Pubblicazioni devono restare esposte al pubblico, in apposito Albo del Comune, per almeno otto giorni consecutivi. Il 4° giorno successivo alla pubblicazione, l'Ufficiale di Stato
Civile emette il certificato di "eseguite Pubblicazioni", che consente agli sposi di contrarre matrimonio. 
I requisiti soggettivi necessari per contrarre matrimonio sono la maggiore età, la capacità di intendere e di volere, oltre all'inesistenza di:
     -  vincoli di parentela;
     -  precedente matrimonio;
     -  delitti ostativi;
     -  lutto vedovile (solo per le donne).
Per alcuni dei requisiti elencati la legge prevede delle deroghe previa specifica autorizzazione del Giudice. 
E' consigliabile, comunque, assumere sempre preventive informazioni presso il Servizio di Stato Civile del Comune ove si richiedono le Pubblicazioni.


 Stampa   
 COSA FARE IN CASO DI NASCITA Riduci

La denuncia di nascita puo' essere effettuata entro tre giorni dall'evento direttamente presso la Direzione Sanitaria dell'Ospedale dove e' avvenuto il parto, oppure entro dieci giorni presso lo sportello anagrafico del Comune di residenza della madre, o in quello dove e' avvenuto il parto, o, previo accordo dei genitori, in quello di residenza del padre. 
La nascita di un figlio da genitori coniugati puo' essere dichiarata indifferentemente da uno di essi. E' invece necessaria la presenza di entrambi i genitori nel caso in cui non siano coniugati ed intendano effettuare il riconoscimento del figlio al momento della dichiarazione di nascita. 
La documentazione da presentare per la denuncia di nascita e' la seguente: 
-  valido documento di riconoscimento, rilasciato da un'Autorità Pubblica, di colui che  
effettua la dichiarazione di nascita;
- certificato di assistenza al parto rilasciato dall'ospedale o casa di cura, o, per nascite avvenute in abitazione privata, dell'ostetrica o del medico che ha apprestato assistenza al parto;
- codice fiscale di entrambi i genitori.


 Stampa   
 COSA FARE IN CASO DI MORTE Riduci

Caso di decesso avvenuto in abitazione e in Casa di Cura:
-  Va avvisato il medico curante per la verifica della causa del decesso;
-  Va richiesto l'intervento del medico necroscopo (Servizio di Igiene Pubblica) per l'accertamento della morte;
-  Un familiare o una persona convivente col defunto o un loro delegato (normalmente l'agenzia incaricata delle onoranze funebri) devono effettuare, entro 24 ore, la denuncia di morte presso il Comune dove e' avvenuto il fatto, muniti di un loro valido documento di riconoscimento, del certificato compilato dal medico necroscopo, documento, quest'ultimo, necessario per il rilascio del permesso di sepoltura. 
E' normalmente l'Agenzia incaricata delle Onoranze Funebri ad occuparsi sia della denuncia di morte presso il Comune, sia della richiesta del rito di autorizzazione alla sepoltura che di eventuali certificazioni attestanti il decesso. 

Caso di decesso avvenuto in Ospedale, Collegio, Istituto a stabilimento qualsiasi:
-  Spetta al Direttore o al delegato dall'Amministrazione di tali Enti provvedere a tutti gli adempimenti riguardanti la denuncia di morte presso il Comune. 
Anche in questo caso le Agenzie di Onoranze Funebri si occupano normalmente sia della richiesta e del ritiro dell'autorizzazione alla sepoltura che di eventuali certificazioni attestanti il decesso. 
 
Caso di morte violenta o improvvisa per strada o luoghi pubblici:
-  Deve essere avvertita l'Autorità Giudiziaria (chiamando il numero telefonico 113) la quale, dopo gli accertamenti di legge, dà disposizioni per la rimozione e il trasporto della salma, a cura dell'impresa funebre privata, all'Istituto di Medicina Legale per gli accertamenti (medico-legali e autopsia).
 
 

 


 Stampa   
 COSA FARE PER CAMBIARE LA RESIDENZA Riduci

Dal 9 maggio 2012 i cambi di residenza (per chi proviene da un altro comune o dall'estero e chiede l'iscrizione anagrafica a Belmonte Castello) e i cambi di abitazione (per chi è già residente a Belmonte Castello e si trasferisce presso un altro indirizzo sempre all'interno del territorio comunale) saranno effettivi entro 2 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta da parte dell'ufficio.

Chi si trasferisce da un altro comune a Belmonte Castello, subito dopo l'iscrizione anagrafica potrà richiedere i certificati di residenza e di stato di famiglia. Per ottenere gli altri certificati si dovrà attendere che il comune di provenienza trasmetta i dati necessari al completamento dell'iscrizione (di norma entro 7 giorni dall'inizio della procedura).

Come fare la domanda 

Per presentare la domanda è necessario utilizzare il modello unico di dichiarazione anagrafica. La richiesta di cambio di residenza o di abitazione deve essere presentata all'ufficio anagrafe con le seguenti modalità:

  • di persona, ritirando e compilando il modello fornito dal personale addetto allo sportello;
  • con raccomandata, via fax, per posta elettronica ordinaria. In questi casi si deve ritirare il modulo presso l'ufficio anagrafe oppure scaricarlo dalla sezione "documenti" della home page di questo sito o dal sito internet del Ministero dell'Interno (www.interno.it). Dopo averlo compilato in ogni sua parte e firmato si potrà trasmetterlo con raccomandata e fax, insieme con una fotocopia completa (fronte - retro) del proprio documento d'identità in corso di validità (art. 38 del D.P.R. 445/2000). L'invio per posta elettronica presuppone la scansione del modulo e del documento d'identità. 

La suddetta documentazione dovrà essere inoltrata ai seguenti indirizzi:

 

 

 


 Stampa   
 Sistema nazionale dei pagamenti PagoPA Riduci


 Stampa   
Home:Servizi al Cittadino:Documenti:Amministrazione:Informazioni:Eventi Belmontesi:Albo Pretorio :Contatti:I.U.C. anno 2018:Amministrazione trasparente:Abbonamento TPL anno 2018:Definizione agevolata entrate :Modulistica edilizia unificata:Piattaforma PagoPA:Reddito di Inclusione:Elezioni Politiche 2018:Elezioni RSU anno 2018:Carta d'Identità Elettronica:Regolamento privacy RGPD:Testamento biologico
Copyright (c) Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy